LO SGUARDO AL DI LA’ DELLA MATERIA – Annalisa Bonafini e Gianmario Vigna

Dal 16 novembre 2018
Vernissage 17 novembre ore 18
Sede espositiva: Divulgarti Eventi al Ducale – Genova Palazzo Ducale,  Cortile Maggiore P.za Giacomo Matteotti, 9, 16123 Genova
Orario mostra dal martedi al sabato dalle 14.00 alle 18.00 (sabato su appuntamento)
Direzione artistica e curatela: Loredana Trestin
Assistente curatore: Maria Cristina Bianchi
Grafica e web: Anna Maria Ferrari
Ufficio Stampa: Piero Cademartori

Artisti partecipanti: Annalisa Bonafini e Gianmario Vigna

Questo slideshow richiede JavaScript.

Comunicato stampa

L’incontro fra due artisti che, attraverso le rispettive e diverse tecniche, volgono lo sguardo alla profondità dell’animo, scalfendo la superficie della materia – i colori a olio per Annalisa Bonafini e la ceramica nelle forme in gres e raku per Gianmario Vigna – per arrivare a un fondo di verità artistica, di profonda riflessione sulla vita che si esalta nelle forme e figure che i due artisti sanno elaborare con tecnica matura e particolarmente commisurata alle rispettive tecniche e alla loro sensibilità artistica.

Lo sguardo al di là della materia” è la mostra che si tiene a Genova, presso Divulgarti Eventi Ducale, dal 16 al 30 novembre 2018, e che vede protagonisti gli artisti Annalisa Bonafini e Gianmario Vigna, valenti artisti accomunati dall’uso sapiente della materia in pittura e ceramica.

Annalisa Bonafini, nata a Roma ma attiva artisticamente a Mantova, ha trovato sin da giovanissima la sua strada artistica verso il disegno e la pittura, facendone un’esigenza espressiva e una forma comunicativa di sempre crescente spessore. Insegnante in istituti pubblici, ha sempre coniugato la conoscenza dell’animo e della psiche umana con la creazione artistica, ponendo su tela l’esperienza di uno sguardo che sa andare oltre la superficie e comprendere la profondità delle anime e delle loro inquietudini.

Gianmarco Vigna, cuneese, ceramista e artista, figlio e nipote d’arte – il padre Guido è un apprezzato e importante ceramista che opera nel suo atelier a San Berardo di Cervasca, in provincia di Cuneo, mentre lo zio Claudio è un valente pittore – utilizza le tecniche della terracotta per far emergere una poetica talvolta fantastica, altre volte contemplativa. Lavorando al tornio ha appreso il gusto per le forme, che traspone nelle sue creazioni in gres e raku, dove la tecnica del fuoco diventa costante ricerca di colorazioni, pigmentazioni, increspatura della terra, composizione di smalti che danno forma e colore alle sue opere, ponendo lo sguardo su ciò che, proprio oltre la materia, si fa più vivo e intenso.

La mostra – aperta dal 16 al 30 novembre 2018 – è visibile dal martedì al sabato, dalle ore 14 alle 18 (sabato su appuntamento), presso Divulgarti Eventi Ducale, Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, in piazza Matteotti 9, a Genova.

L’evento inaugurale si tiene sabato 17 novembre 2018, alle ore 18. L’ingresso è libero.

Piero Cademartori

Etichettato , , ,