I fari della conoscenza – Mostra “In direzione della luce”

In collaborazione con i Giovani Urbanisti-Fondazione Labò: sabato 26 ottobre alla Lanterna

La Lanterna di Genova ancora una volta al centro di reti internazionali di incontro e di conoscenza. Sabato 26 settembre il faro della città sarà protagonista dell’evento “I fari della conoscenza” che si svolgerà contemporaneamente anche nei fari di Canterbury, in Inghilterra e di Long Island, a New York. Il programma ruota attorno alla presentazione mondiale del BEACON Institute. Il BEACON (dall’inglese “faro”) Institute promuove la creazione di un network internazionale per la ricerca interdisciplinare tra arti performative e scienze. Il progetto vede capofila l’University of Kent di Canterbury, in Inghilterra e come istituzioni partner il network nordamericano di ricerca su teatro e scienza (con sede alla Stony Brook University di New York) e il network europeo su arti performative e scienza, di cui anche l’Università di Genova fa parte.

La giornata sarà introdotta da una serie di incontri dedicati al mondo dei fari, con l’obiettivo di mettere in connessione questi simbolici punti di riferimento del mondo e di sensibilizzare la cittadinanza alla loro valorizzazione.

Programma

ore 16
Inaugurazione mostra In direzione della luce, a cura di Divulgarti

ore 17
incontro con Lilla Mariotti, presidente dell’associazione Il Mondo dei Fari Onlus (con il patrocinio della US. Lighthouse Society): “Il faro, una luce nel tempo e nella storia” – la storia dei fari in giro per il mondo dalle origini ai giorni nostri.

ore 18
incontro con Maria Pina Usai per Agenzia Conservatoria delle coste – Regione Autonoma della Sardegna: il Progetto MED-PHARES, Strategie di gestione integrata per la valorizzazione del patrimonio dei fari e delle stazioni semaforiche del Mediterraneo, finanziato nell’ambito del Programma ENPI CBC MED.

ore 19
presentazione del BEACON Institute (http://beaconinstitute.info/) a cura di Roberto Cuppone (Università di Genova), Gabriele Sofia (Université Paul Valéry Montpellier), Christian Zecca (Università di Genova): il training dell’attore incontra le neuroscienze. Le ricerche sulle neuroscienze cognitive entrano in interazione diretta con la pratica del performer (attore, danzatore, musicista, acrobata). Seguiranno video e interventi performativi.

20.00 aperitivo a cura di Creattivando