PITTURE E DINTORNI

Durata: Dal 9 al 30 novembre 2018
Vernissage: Vernissage 9 novembre 17.30
Indirizzo: Cad Via Chiabrera 7/2, 1° piano – 16123 GENOVA
Direzione artistica e curatela: Loredana Trestin
Assistente di direzione: Maria Cristina Bianchi
Organizzazione: Giulia Lanza, Alessia Penco
Grafica e web: Anna Maria Ferrari
Orario: dal lunedì al venerdì 14.30 18.30, il sabato su appuntamento

Partecipano gli artisti: Lorenzo Battistuzzi, Antonio Dibennardo, Matteo Bertomoro, Sara Bigatti, Gloria Gorni, Piero Enrico Lombardo, Alice Serafino, Massimo Sonnini

| Invito_ | Depliant|

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alice Serafino si ispira all’opera di Man Ray e al mondo naturale di cui fissa in fotogrammi gli attimi e i palpiti. Un universo fragile, come è stato definito da Claudia Giraud, ma estremamente elegante e poetico.

Antonio Dibennardo interpreta la contemporaneità utilizzando uno sguardo barocco, fatto di contrasti di luci e ombre, di floride e rosee carni, di lineamenti che emergono ricchi di dettagli. Il dipinto Fobie utilizza il cromatismo e l’oscurità per enfatizzare e stigmatizzare la paura.

Gloria Gorni ci porta in un suo universo in cui domina l’emozione espressa dal colore e dal segno dove tonalità fredde, pennellate blu di Prussia si alternano ai bruni alle lacche di garanza.

Lorenzo Battistuzzi ferma momenti di vita con le sue splendide immagini in bianco e nero, Venezia in “Music in Piazza San Marco, ci appare vera e inusuale, lontana dalle immagini “cartolina”, letta da un personale punto di vista.

Massimo Sonnini ci regala i suoi sogni e le sue visioni. È il colore ad abbacinarci con la sua suggestione e a tracciare le trame di narrazioni in cui conscio e inconscio si intrecciano e si fondono.

Matteo Bertomoro ci incanta con trasparenze lagunari, atmosfere rarefatte, che profumano di natura e di luoghi urbani, di istanti di vita e di rifrazioni di luci.

Piero Enrico Lombardo appartiene alla corrente dell’Arte analitica, le sue opere si generano da materia e geometria, nuove forme visive, superfici, trame, armonie e vibrazioni di colore.

Sara Bigatti reinterpreta un mito, un’icona come “Monna Lisa”, una trasformazione in cui la figura è tratteggiata con ampi gesti, colori vividi, segni, atmosfere accese e vivaci che nascono dalla mano dell’artista.

Pitture e dintorni è un viaggio, un percorso in ambiti, tecniche, dimensioni, esplorate dagli artisti partecipanti e proposte a noi, che ne assaporiamo ogni attimo e ogni immagine.

Anna Maria Ferrari

Etichettato , , ,