BETTER LIFE: ART CAN DO IT! (Italian Edition)

Dal 15 luglio al 5 agosto 2022
Vernissage 15 luglio ore 17.30
Sede espositiva: Divulgarti Eventi al Ducale – Genova Palazzo Ducale, Cortile Maggiore P.za Giacomo Matteotti, 9, 16123 Genova
Orario mostra dal dal lun al ven dalle 14.00 alle 18.00
Cura e direzione artistica: Loredana Trestin
Assistente curatore: Maria Cristina Bianchi
Responsabile organizzazione: Giulia Lanza, Anna Poddine, Noemi Serra
Art direction e web: Anna Maria Ferrari, Artemisiaonline.eu

| BETTER LIFE: ART CAN DO IT! INVITO | BETTER LIFE: ART CAN DO IT! – DEPLIANT |

Partecipano gli artisti:
Claudia D’Andrea, Giulio Fabbrini, Brenda R. Fernández, Yoko Kitazaki, Carolina Pascari, Motoo Saito, SIM_Moby, Enrica Toce

Un titolo non casuale perché la riflessione da cui prende le mosse chi deve ideare e curare la mostra è che tutti gli studi, le analisi, le ricerche scientifiche e sociologiche oggi sostengono che il nostro mondo è sul punto di non ritorno: mari di plastica, risorse idriche sempre più scarse, cambiamenti climatici che, come dichiara Emanuele Bompan, giornalista dell’Osservatorio Water Grabbing, hanno conseguenze su tutti gli equilibri esistenti. Ed è per questo che ormai si parla dei cosiddetti migranti climatici destinati ad aumentare di molto nei prossimi tempi. Solo comportamenti estremamente virtuosi possono far invertire la rotta e promuovere una gestione culturalmente e tecnologicamente migliore delle risorse idriche e delle energie pulite che devono sostituire quelle inquinanti. Ecco, dunque, il quesito che la mostra “Better life: ART can do it!” pone agli artisti: quale futuro ci si prospetta e che cosa l’Arte può fare per tentare di allertare le coscienze? Ogni artista verrà selezionato in base a specifiche competenze che coprano il panorama complessivo delle arti: dalla pittura, alla scultura, alla fotografia, al digital painting, alle installazioni e alle performance anche sonore. È ormai universalmente riconosciuto che il contributo delle arti al vivere civile e sociale può incidere sulle scelte dei singoli e delle collettività e, indicando al tempo stesso percorsi virtuosi e denunciando ciò che di negativo percorre le nostre esistenze. “Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare” (Andy Warhol).

Loredana Trestin

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Etichettato ,